Risultati

"Comunicare da Leader" di Maria Elena Capitanio e Andrea Di Cicco, la guida completa e ricca di case study per comunicare al meglio nell'epoca dei social media

Un successo di pubblico e di ospiti la presentazione di ieri del volume "Comunicare da leader" edito da Edra (Edizioni Lswr) e scritto da Maria Elena Capitanio e Andrea Di Cicco, all'Ara Pacis di Roma. Nell'epoca dell'avvento dei social media e del declino dei canali tradizionali di comunicazione, saper comunicare in maniera efficace è un'abilità che bisogna sviluppare e migliorare. Perché è la buona comunicazione il fattore chiave di successo di qualsiasi attività. Come comunicare dunque? Come porsi in pubblico e come creare sui social media un'immagine efficace di sé? Nasce così questo volume che ha visto intervenire: Francesco Giorgino, caporedattore del TG1; Maurizio Gasparri, di Forza Italia; Emilio Carelli, giornalista ed esponente del M5S; e Isabella Rauti, di Fratelli d'Italia.

<<Il libro non è rivolto solo a chi voglia cimentarsi con la politica o sia già un politico navigato, ma è stato pensato per quanti desiderino puntare sulla leadership in qualsiasi settore: manager, capitani d'industria, piccoli imprenditori ricchi di ambizioni, ma anche donne stufe di accontentarsi di posti di lavoro mediocri o sottopagati e decise a ritagliarsi uno spazio migliore nel mondo>> scrivono Capitanio e Di Cicco.

Ed è per questo motivo che "Comunicare da leader" contiene i ritratti di numerosi personaggi di ieri e di oggi, politici e non, conosciuti a livello internazionale. Le loro vite sono da esempio per chiunque voglia migliorare la propria comunicazione e attraverso i loro modelli si possono comprendere le caratteristiche principali, i pregi e i difetti che decretato il successo. Dal trio Fedez, Ferragni e Rovazzi alle Brigate Rosse e all'Isis, dal premier francese Emmanuel Macron all'ex presidente del consiglio italiano Silvio Berlusconi, dal confronto tra Clinton e Trump: sono questi alcuni dei tanti nomi, dei modelli di comunicazione del passato e del presente, a cui si sono dedicati gli autori.